SITUAZIONE COVID-19 IN GIAPPONE

SITUAZIONE COVID-19 IN GIAPPONE

Ultimo aggiornamento ufficiale

 

♦ Ad oggi vige ancora il divieto d’ingresso nel Paese per motivi di turismo, da qualsiasi Paese del mondo ♦

 

In questa pagina troverete l’ultimo aggiornamento ufficiale riguardante la situazione COVID-19 in Giappone a cura del Ministero degli affari esteri e della Cooperazione Internazionale italiano, sito Internet https://www.viaggiaresicuri.it/country/JPN

 

AGGIORNATO A MARZO 2022

31.3.2022

COVID-19. AVVISO A TUTTI I VIAGGIATORI
Fino al 30 aprile 2022 , gli spostamenti da/per l’estero, per la normativa italiana COVID-19, sono disciplinati dall’Ordinanza 22 febbraio 2022 (prorogata fino al 30 aprile con Ordinanza 29 marzo 2022), che semplifica la normativa precedente, pur continuando a prevedere la necessità di una certificazione digitale Covid UE o equivalente per l’ingresso in Italia.
Per informazioni sull’ingresso/rientro in Italia: Questionario InfoCOVID.
Si ricorda, in ogni caso, che i Paesi di destinazione possono continuare ad adottare normativa restrittiva per gli ingressi dall’estero.

Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, devono considerare che qualsiasi spostamento può tuttora comportare un rischio di carattere sanitario o comunque connesso alla pandemia da COVID-19. Si raccomanda, pertanto, di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a COVID-19

 
31.3.2022
GIAPPONE: COVID-19. Aggiornamento
In risposta alla diffusione della variante Omicron del Covid-19, il governo del Giappone ha stabilito le seguenti misure di sicurezza per l’ingresso nel Paese:
– divieto d’ingresso nel Paese per motivi di turismo, da qualsiasi Paese del mondo;
– ingresso consentito per chi proviene da altri paesi ed è in possesso di un visto valido o è possessore di una Residence Card in corso di validità, ma con l’obbligo di attenersi strettamente a rigide misure di controllo e di quarantena stabilite dalle autorità locali;
– le Autorità giapponesi potranno rilasciare nuovamente visti per motivi di studio, lavoro e ricongiungimento familiare
– il numero massimo giornaliero di nuovi ingressi sarà elevato da 3.500 a 5.000 unità.
 

MISURE DI QUARANTENA
In considerazione della diffusione a livello globale di alcune “varianti” del COVID-19, in particolare la variante omicron, le Autorità nipponiche hanno stabilito ulteriori misure obbligatorie di quarantena per quanti facciano ingresso in Giappone da diversi Paesi.

1) Per chi arriva dall’Italia: al momento dell’arrivo in aeroporto, le Autorità giapponesi, oltre a prendere visione del test PCR effettuato all’estero entro le 72 ore dalla partenza del volo, effettueranno sul posto un test salivare. La procedura prevede di attendere in aeroporto il risultato del test. Una volta ottenuto il risultato, i passeggeri dovranno osservare tre giorni di quarantena presso il proprio domicilio, con effettuazione di test al terzo giorno. Se il test risulta negativo, l’autoisolamento si considera terminato. Le autorità chiederanno di scaricare delle APP di tracciamento per il monitoraggio dell’osservanza della quarantena. E’ possibile l’utilizzo di mezzi pubblici per raggiungere il domicilio.
Chiunque abbia completato un ciclo vaccinale di (3) tre dosi, potrà lasciare l’aeroporto senza effettuare quarantena. I vaccini riconosciuti come terza dose sono Moderna e Pfizer e il certificato vaccinale deve essere emesso dalle autorità giapponesi o, in alternativa, deve recare le seguenti informazioni redatte in lingua inglese: nome, cognome, data di nascita, tipo di vaccino, data del vaccino, numero di dosi di vaccino ricevute. Il Digital Covid Certificate europeo risponde a questi requisiti.