Ci scusiamo per il disagio dovuto a molti stranieri presenti sul treno oggi

nka4.JPG

In questi giorni rimbalza sul web una notizia che sta facendo scalpore, non fosse altro perchè la proverbiale gentilezza giapponese viene ora messa in discussione.

Il 10 ottobre, su un treno della Nankai Eletric Railway (quella società, che alcuni anni fa ha creato un treno speciale GUNDAM con tanto di interni e scompartimenti a tema[vedi foto]) , diretto verso l’aeroporto Internazionale del Kansai di Osaka, il conduttore del treno fa i suoi soliti annunci elencando le stazioni e ringraziando i clienti per viaggiare con la Nankai Eletric Railway, tuttavia prima di chiudere tali comunicazioni ai passeggeri aggiunge un ultimo annuncio: “Ci scusiamo per il disagio dovuto a molti stranieri presenti sul treno oggi”.

Il conduttore afferma di aver pensato di dare questo strano annuncio dopo aver sentito un passeggero giapponese dire: ci sono molti stranieri sul treno oggi, facendo questo annuncio il conduttore afferma che sperava di placare eventuali problemi tra lui e passeggeri stranieri.

Ma come si è venuto a sapere di questa situazione ? Ebbene, una donna giapponese presente sul treno, una volta arrivato il treno in aeroporto ha pensato di andare ad informare immediatamente il personale della linea del treno del fatto accaduto.

Il conduttore si difende dicendo che non aveva alcuna intenzione discriminatoria e i suoi superiori hanno avvertito tutti i dipendenti che fare distinzioni fra i suoi passeggeri è alquanto inadeguato, tutti i passeggeri sono clienti allo stesso modo ha affermato la società di Osaka e si impegnerà a vigilare su episodi del genere per non farli più accadere.

 

Considerazioni: che questo astio verso i passeggeri stranieri sia dovuto ai bagagli di grandi dimensioni che disturberebbero gli altri passeggeri sul treno per l’aeroporto ? Che la cosa sia più grande e l’aumento di stranieri in Giappone stia infastidendo sempre di più i giapponesi ?
Ovviamente non si può dire analizzando questo singolo fatto, ma una cosa è certa, se ne vedranno delle belle avvicinandosi sempre di più alle olimpiadi di Tokyo del 2020 !

 

 

 Immagine: Wikipedia / Ogiyoshisan